menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme incendi, San Gregorio: 20 multe per violazione ordinanza

A San Gregorio, il Sindaco, nel mese di maggio, aveva invitato i cittadini a seguire comportamenti per prevenire gli incendi. Ordinanza disattesa

Anche per oggi, temperature calde, sui 35 gradi. Da domani, dovrebbero scendere. Nel weekend, infatti, è prevista una tregua: secondo le previsioni meteo, le massime diminuiranno di 3 gradi di circa, con un sabato intorno ai 30-31 gradi. Ma non si arresta l'allerta incendi.

Alcuni Comuni hanno, così, preso provvedimenti. A San Gregorio - più soggetto ad incendi che, spesso, si sviluppano nelle immediate vicinanze di abitazioni - il Sindaco, nel mese di maggio, aveva invitato i proprietari, gli inquilini e coloro che per qualsiasi titolo avevano l’uso di terreni boschivi, agricoli e non, a provvedere alla rimozione di ogni elemento e/o condizione che rappresentavano pericolo per l’igiene e la pubblica incolumità.

In particolare, con la suddetta ordinanza si invitavano i cittadini a procede all’estirpazione di sterpaglie e cespugli nonché alla rimozione di quanto combustibile, di collaborare nelle attività di segnalazione ed intervento. Infine, si invitavano i sangregoresi a provvedere a dare esecuzione a tale ordinanza entro il 13 Giugno, avendo cura di mantenere le condizioni sopra citate entro il 30 Settembre del corrente anno. Nell'ordinanza si comunicava anche che, trascorso il termine del 17 Giugno,  sarebbe cominciata l'esecuzione d’ufficio e il recupero delle somme anticipate dall’Amministrazione, oltre all’applicazione delle sanzioni amministrative a norma di legge.

A seguito dell'ordinanza disattesa dai cittadini, sono cominciati i controlli. I Vigili del Comando di Polizia Municipale di San Gregorio hanno già emesso 20 verbali contro chi non ha rispettato l’ordinanza sindacale numero 7 del 13 maggio 2011, integrata poi con la numero 9 del 10 Giugno per la prevenzione incendi nel periodo estivo.

I terreni dovevano essere ripuliti entro lo scorso 17 Giugno, in modo da evitare che si sviluppassero in prossimità di abitazioni pericolosi incendi. Il Sindaco Remo Palermo, responsabile diretto della Polizia Municipale, ha indicato al Comandante della stessa, Commissario Giuseppe Pennisi, di eseguire delle verifiche straordinarie per accertare se le due ordinanze fossero state rispettate. Dai sopralluoghi eseguiti sono emerse una serie di violazioni che hanno portato il comando ad elevare ben 20 verbali in appena un mese di scadenza dei termini di osservanza.

Il Primo Cittadino Remo Palermo ha inoltre specificato che “nell’ipotesi di inosservanza l’Amministrazione provvederà a proprie spese a ripulire le aree e a richiedere le somme sostenute  ai proprietari dei terreni interessati, oltre alle sanzioni amministrative a norma di legge”. 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento