menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Almaviva, i sindacati denunciano "giallo" su lettere dell'azienda

"Non e' detto chiaramente ma l'intento, osservano alla Cisl, pare essere l'accordo azienda-sindacati di un anno fa"

Giallo su una doppia lettera con la centro la vicenda Almaviva Compact e i suoi 5300 lavoratori tra Palermo e Catania, 3400 dei quali nel capoluogo siciliano. Nei mesi scorsi i dipendenti Call Center, protesta dei lavoratori Almaviva anche a Catania
hanno protestato contro la vertenza che vede 3000 procedure di licenziamento. Delle due missive, l'una, datata 3 aprile, e' indirizzata ai vertici delle istituzioni regionali e locali.

Vi si richiede un tavolo di confronto per una "valutazione puntuale" della situazione aziendale mirata alla "individuazione di soluzioni e all'avvio di percorsi industriali". Non e' detto chiaramente ma l'intento, osservano alla Cisl, pare essere l'accordo azienda-sindacati di un anno fa, che ha determinato per un anno, e fino al prossimo 12 giungo, l'abbattimento per 4,5 milioni del costo del lavoro. Nella lettera spedita il giorno successivo, 4 aprile, ma unicamente alle sigle sindacali, non si fa piu' riferimento, pero', all'obiettivo di "valorizzare il patrimonio produttivo e occupazionale". L'oggetto e' "conferimento di ramo d'azienda" relativo alle attivita' di call center inbound, outbound e customer care costituito dal complesso di attivita', strutture e personale dell'unita' produttiva di Palermo distribuita nelle sedi operative di via Filippo Cordova, il cuore aziendale, piazza Tumminello, via ammiraglio Gravina e via Ugo La Malfa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento