Andrea Lo Cicero e la presunta "aggressione" a una giornalista de La7

Da sportivo a uomo politico al centro di continue polemiche. Non c'è pace per il catanese Andrea Lo Cicero, assessore in pectore della giunta Raggi a Roma. Dopo le accuse di omofobia per alcune espressioni utilizzate su Facebook, arriva un'intervista degenerata in denuncia nei suoi confronti

Da sportivo a uomo politico al centro di continue polemiche. Non c'è pace per il catanese Andrea Lo Cicero, assessore in pectore della giunta Raggi a Roma. Dopo le accuse di omofobia per alcune espressioni utilizzate su Facebook, arriva un'intervista degenerata in denuncia nei suoi confronti.

La denuncia arriva da una giornalista freelance che lavora per L'Aria Che Tira (La7) e il motivo lo spiega Myrta Merlino durante la puntata. "Una nostra giornalista, una nostra inviata, Eloisa Covelli, ci ha appena fatto sapere che era andata questa mattina a cercare l'assessore in pectore, il grillino Andrea Lo Cicero nei pressi della sua abitazione a Nepi, vicino a Viterbo, perché voleva intervistarlo. Pare che lei sia dai carabinieri per sporgere denuncia per violenza privata e danneggiamenti perché Lo Cicero li ha aggrediti, secondo quanto ci racconta la Covelli, e ha danneggiato la telecamera. Ora capiremo qualcosa in più, domani vi faremo vedere le immagini". 

GUARDA IL VIDEO DELL'INTERVISTA "FINITA MALE"

Puntuale la risposta di Lo Cicero su Facebook: "In merito a quanto dichiarato all'interno della trasmissione L'Aria che tira su La 7, ci tengo a precisare che la giornalista insieme al suo operatore hanno violato la mia proprietà privata, irrompendo in casa mia senza alcuna autorizzazione del sottoscritto ed invadendo, dunque, la privacy del sottoscritto, della mia famiglia e del mio domicilio".  "Appreso il fatto ho invitato giornalista ed operatore ad allontanarsi e a lasciare la mia abitazione. A testimonianza che non ci sia stata alcuna aggressione sono stato io per primo a chiamare i Carabinieri - aggiunge l'ex campione di rugby -Sto valutando, pertanto, l'ipotesi di sporgere io denuncia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ecco infine un video che ben riassume la cornice di quanto accaduto: qui potete infatti vedere la giornalista stare tranquillamente al telefono e fingere di essere aggredita da me. Corre da sola e afferma "questo mi sta per menare, devo chiudermi in macchina", celebrando un vero e proprio siparietto del ridicolo, mentre io me ne sto fermo e il suo cameraman riprende il tutto beatamente. Avete capito? Ora potete trarre le vostre valutazioni", conclude Lo Cicero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento