menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pregiudicato palestinese trasferito in carcere dalla polizia di Nesima

Il tribunale di Catania ha quindi inasprito la misura cautelare degli arresti domiciliari sostituendola con la custodia in carcere

Nella tarda mattinata di ieri gli agenti del Commissariato di Nesima hanno dato esecuzione ad una ordinanza del tribunale di Catania con la quale è stata revocata la misura cautelare degli arresti domiciliari applicata al pregiudicato palestinese Schebani Aila, sostituendola con quella della custodia cautelare in carcere. All'uomo, noto alle forze dell’ordine per molteplici reati contro il patrimonio, era stata in origine applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria poi aggravata, nel mese di luglio per le molte trasgressioni, puntualmente accertate dalle forze dell’ordine, con quella degli arresti domiciliari. Ben presto anche tale misura è stata violata.Dopo appena quattro giorni dalla sua applicazione, l'uomo si è allontanato da casa senza alcuna autorizzazione. Il tribunale di Catania ha quindi inasprito la misura cautelare degli arresti domiciliari sostituendola con la custodia in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento