In carcere con una condanna a 15 anni l'omicida di "Mariu 'u Lintinisi"

Si tratta di un omicidio avvenuto la sera del 13 settembre 2009 ad Agnone Bagni. I carabinieri di Nesima hanno arrestato il 74enne catanese Antonino Fichera

Nella foto l'arrestato Antonino Fichera

I carabinieri di Nesima hanno arrestato il 74enne catanese Antonino Fichera, eseguendo un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Siracusa. L’uomo è stato dichiarato colpevole dai giudici per l’omicidio di Mario Mauceri, detto "Mariu 'u Lintinisi", neo-affiliato nel clan Sciuto, avvenuto la sera del 13 settembre 2009 ad Agnone Bagni. Negli anni precedenti Mauceri aveva avuto un ruolo di fiducia all’interno del gruppo Santapaola-Ercolano.

L’agguato fu eseguito nella strada Sabbione Maria, intorno alle ore 23 e 15, dopo che la vittima era uscita dalla villetta in cui abitava alla guida della sua Lancia Y, sulla quale viaggiava anche una donna, che rimase illesa. Dinanzi all’insegna di un ristorante, furono esplosi contro Mauceri numerosi proiettili calibro 7,65. Il pregiudicato, già ristretto ai domiciliari, dovrà espiare una pena di anni 15 e mesi 6 reclusione nel carcere di Piazza Lanza dov’è stato rinchiuso. Antonio Fichera fu subito arrestato all'epoca dei fatti, insieme a Roberto Giuseppe Campisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento