Comune, Balsamo si tira fuori dalla polemica sugli assenteisti: "Problemi familiari"

"Non nascondo - spiega - che il periodo in questione mi ha visto impegnato in vicende personali e familiari chehanno avuto priorità sulle varianti urbanistiche"

Ludovico Balsamo, consigliere comunale di Fratelli d’Italia  non ci sta ad essere definito "assenteista" da una classifica sulle presenze diffusa nei giorni scorsi da alcune testate. La posizione del consigliere finisce per pesare negativamente su una statistica sterile e del tutto irrilevante quale può essere appunto la classifica dei consiglieri presenti in aula.  "Nel definirmi assente non si tiene conto delle assenze, anche numerose, dettate dal ruolo d'opposizione che molto spesso ci costringe ad uscire o a non partecipare al fine di far mancare il numero legale - ha spiegato Balsamo - e non nascondo che il periodo in questione mi ha visto impegnato in vicende personali e familiari che con tutto il rispetto per l'organo consiliare hanno avuto priorità nei confronti delle varianti urbanistiche proposte dall' amministrazione Bianco".

Balsamo però non si ferma qui e nel parlare della presenza o meno al consiglio comunale ne approfitta per sciorinare le manchevolezze di questa amministrazione che lui definisce "disamministrazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il consiglio comunale si riunisce con insistenza e da molto tempo ormai sempre per la trattazione degli stessi ordini del giorno. Debiti fuori bilancio e varianti urbanistiche sembrano essere diventati i temi cardine da trattare per risollevare le sorti di una città in agonia. La fase delle comunicazioni, che da tempo rappresenta il massimo momento di partecipazione e contributo concesso all'intero consiglio comunale oramai si traduce in un semplice sfogo da parte nostra che avviene nell'assoluta indifferenza da parte dell'amministrazione rappresentata quasi sempre ed esclusivamente dal solito assessore D'Agata. Non criticando chi lo fa, non ho mai partecipato e non parteciperò mai a sedute di consiglio comunale il cui esito è già noto sin dalle prime ore del mattino al solo fine di percepire un gettone in più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento