menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autista Amt preso a pietrate Librino: vetro rotto e tso per l'aggressore

Si è reso necessario l'intervento di un'ambulanza per il trattamento sanitario obbligatorio

Il presidente dell’Azienda Metropolitana Trasporti, Giacomo Bellavia, esprime solidarietà all’autista dell’autobus che ieri è stato testimone e vittima di un brutto episodio che è costato ad un uomo una denuncia per danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio, in viale Bummacaro, a Librino.

Intorno alle ore 13.30 di ieri si trovava alla guida di un autobus lungo viale Bummacaro, ed ha rifiutato di far salire sul mezzo due uomini in un tratto di strada dove non è presente la fermata Amt. Successivamente questi hanno preteso di salire a bordo senza mascherina ma, al diniego dell’autista di accettarlvita ad un’accesai, hanno dato vita ad una discussione risolta dopo poco. L’aggressione al mezzo nasce al rientro dalla corsa, quando uno dei due uomini, alla vista dell’autobus, ha lanciato delle pietre sul parabrezza, costringendo l'operatore a fermare il veicolo e a chiamare le forze di polizia. Intervenuti sul posto, i poliziotti hanno deciso di chiamare un'autoambulanza per il trasferimento dell’uomo in ospedale, dove gli è stato praticato un trattamento sanitario obbligatorio. “E’ stata una vera fortuna che l’aggressione sia finita senza ulteriori conseguenze per l’operatore Amt e per i passeggeri a bordo –dichiara il presidente Bellavia-. Desidero ringraziare il nostro autista per aver mantenuto il sangue freddo e aver chiamato subito le forze dell’ordine evitando così che la situazione degenerasse. Esprimo a lui tutta la solidarietà mia e dell’azienda e alla polizia il ringraziamento per il pronto intervento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento