menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aveva rapinato un insegnante a Cibali: criminale incastrato dai Carabinieri

I fatti risalgono al 27 giugno scorso quando il professore, proveniente da Centuripe, in via Mandrà a Catania, era stato obbligato, sotto la minaccia di una pistola, a consegnare il denaro custodito nel portafogli, prelevare da due distinti sportelli–bancomat l’importo di 600 euro e darli al delinquente, poi fuggito via

I fatti risalgono al 27 giugno scorso quando il professore, proveniente da Centuripe, in via Mandrà a Catania, era stato obbligato, sotto la minaccia di una pistola, a consegnare il denaro custodito nel portafogli, prelevare da due distinti sportelli–bancomat l’importo di 600 euro e darli al delinquente, poi fuggito via.

A seguito della denuncia presentata ai Carabinieri del paese d’origine, i militari della Stazione di Catania Nesima, delegati per competenza, hanno scrupolosamente riscostruito la dinamica del crimine estrapolando le immagini registrate dalle telecamere sistemate sui due bancomat riuscendo, per conoscenza operativa diretta, ad identificare il rapinatore che in un secondo momento è stato anche riconosciuto in foto dalla vittima.

Il Gip del Tribunale di Catania, su proposta del pubblico ministero inquirente, ritenendo esaurienti le prove prodotte dai Carabinieri ha emesso una ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 44enne Francesco Franceschini, di Catania, accusato di rapina aggravata e violenza privata. L’uomo è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento