Cronaca

Bancarotta fraudolenta della Tecnis, condannati Bosco e Costanzo

Il 21 febbraio del 2020 era scattata l'operazione Arcot della guardia di finanza che aveva portato agli arresti domiciliari degli imprenditori e contestualmente erano stati sequestrati 94 milioni di euro

Il gup di Catania, Simona Ragazzi, ha condannato col rito del patteggiamento gli imprenditori Domenico Costanzo e Concetto Albino Bosco, rispettivamente a 3 anni e otto mesi e a 4 anni, per bancarotta fraudolenta della Tecnis, società che ha gestito la costruzione di grandi opere di ingegneria per enti pubblici. Il giudice, su parere favorevole dell'accusa, procuratore aggiunto Agata Santonocito e sostituto Fabio Regolo, ha anche condannato il fratello di Concetto Bosco, Orazio (3 anni e 4 mesi), e Gaspare Di Paola (2 anni). Il giudice ha inoltre disposto la restituzioni di parte dei beni a Tecnis. Il 21 febbraio del 2020 era scattata l'operazione Arcot del nucleo di polizia economica a finanziaria della Guardia di finanza che aveva portato agli arresti domiciliari i quattro e contestualmente erano stati sequestrati 94 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta fraudolenta della Tecnis, condannati Bosco e Costanzo

CataniaToday è in caricamento