menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Luca Conti

foto Luca Conti

Bando Solarium e spiagge libere, Comune chiede verifiche a Prefettura e Questura

Risponde così il Comune alla polemica sui presunti coinvolgimenti in indagini giudiziarie di dipendenti dell'azienda che ha vinto l'appalto della gestione dei solarium e delle spiagge libere

Il sindaco Enzo Bianco ha chiesto all'assessore alla polizia municipale Marco Consoli e a quello alla legalità Rosario D'Agata di "verificare con le autorità preposte la fondatezza di alcune notizie di stampa riguardanti la situazione di taluni dipendenti dell'azienda che si è aggiudicata l'appalto. Per il resto, l'Amministrazione non accetta lezioni da alcuno, soprattutto in un ambito in cui ha fatto luce su tante zone d'ombra". Risponde così il Comune alla polemica sui presunti coinvolgimenti in indagini giudiziarie di dipendenti dell'azienda che ha vinto l'appalto della gestione dei solarium e delle spiagge libere.

"Oggi è stata inviata a Prefettura e Questura un'ulteriore nota per conoscere in particolare la posizione di un dipendente che si occupa della gestione dei parcheggi. Nella vicenda il Comune ha dunque dato tutta l'attenzione necessaria per garantire la massima trasparenza sulle procedure di assegnazione dell'appalto, ricevendo, sinora, tutte le rassicurazioni del caso da parte delle Autorità preposte. Si ribadisce che, per qualsiasi bando emanato dal comune di Catania, tutti gli atti finali vengono inviati al Prefetto, dal quale si attende il nulla osta prima dell'aggiudicazione provvisoria", continua la nota del Comune.

"Nelle normali procedure, viene vagliata e verificata la posizione di proprietà, vertici amministrativi e dirigenti ma non dei lavoratori. Per di più alcuni dipendenti sarebbero stati assunti dopo l'espletamento di procedure e controlli e dopo l'assegnazione provvisoria dell'appalto. Il sindaco Enzo Bianco dunque ha chiesto all'assessore alla Polizia municipale Marco Consoli e a quello alla Legalità Rosario D'Agata di verificare con le Autorità preposte la fondatezza di alcune notizie di stampa riguardanti la situazione di taluni dipendenti dell'azienda che si è aggiudicata l'appalto. Se emergessero profili non compatibili con quella legalità che l'Amministrazione ha sempre perseguito l'aggiudicazione verrebbe immediatamente revocata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Padel mania: benefici e controindicazioni

Ristrutturare

Muro portante - Come abbatterlo in sicurezza

Sicurezza

Cucina senza cattivi odori? I rimedi naturali

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento