Due officine abusive lungo la stessa via, denunciati i titolari

Due persone di 56 e 44 anni sono state accusate di gestione illecita e smaltimento illecito di rifiuti, immissione di fumi nell’atmosfera, nonché esercizio abusivo di professione

I carabinieri della stazione di Biancavilla, coadiuvati dalla polizia provinciale di Catania, hanno denunciato due persone del posto, di 56 e 44 anni, poiché ritenute responsabili di gestione illecita e smaltimento illecito di rifiuti, immissione di fumi nell’atmosfera, nonché esercizio abusivo di professione. I milirari hanno individuato nella medesima strada, la via Sant’Angeli Custodi, due autofficine: una adibita a carrozzeria e l’altra alle riparazioni meccaniche. Entrambe le attività era state avviate all’interno di due garage senza alcuna autorizzazione
amministrativa e prive dei registri e dei formulari inerenti allo smaltimento dei rifiuti. La carrozzeria è stata posta sequestro preventivo, mentre in quella meccanica sono stati sequestrati solo gli attrezzi di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento