Cronaca

Gli orchi del web, bimbi di 10 mesi torturati e bruciati: indaga la polizia postale etnea

Lo ha reso noto la stessa associazione Associazione Meter Onlus di don Fortunato Di Noto, sottolineando come sia "la prima volta che filmati così crudeli e del genere vengono rinvenuti online"

Bambini di 10 mesi violentati e torturati, ai quali viene dato fuoco o colata cera bollente sulla pelle. E' quanto si vede in alcuni filmati scambiati nel "deep web", il lato oscuro della Rete, e denunciati dall'Associazione Meter Onlus di don Fortunato Di Noto al Compartimento Sicilia Orientale della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania.

Lo ha reso noto la stessa associazione, sottolineando come sia "la prima volta che filmati così crudeli e del genere vengono rinvenuti online" e che i suoi volontari hanno potuto assistere a scene di "donne con il volto coperto da maschere di carnevale intente a violentare e molestare i piccoli, di bambine legate, bruciate con cera bollente e affogate con la testa nel water ed atti sessuale e di libidine di estrema gravità".

"Continueremo a segnalare tutto questo - ha aggiunto il prete - anche se siamo rimasti senza un soldo e non abbiamo piu' autonomia, malgrado le promesse della politica. Quanto abbiamo visto ha superato ogni nostra immaginazione. Solo la collaborazione internazionale puo' riuscire a sconfiggere questo crimine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli orchi del web, bimbi di 10 mesi torturati e bruciati: indaga la polizia postale etnea

CataniaToday è in caricamento