Botti illegali vietati sequestrati dai vigili urbani

All’esito dei controlli sono stati redatti 20 verbali di sequestro probatorio di materiale pirotecnico. tutti a carico di ignoti poiché i venditori abusivi, all’arrivo delle pattuglie, si davano a precipitosa fuga per non essere identificati, lasciando il materiale sulla sede stradale

Nei giorni 30 e 31 dicembre 2015 – a seguito dell’emanazione da parte del Sindaco di Catania Enzo Bianco dell’Ordinanza n.262 del 28.12.2015 che vieta lo scoppio non autorizzato di petardi e materiale pirotecnico nel territorio comunale dal 30 dicembre al 7 gennaio – gli Ispettori del Nucleo Antiabusivismo Commerciale della Polizia Municipale, alle dirette dipendenze del Vicecomandante Stefano Sorbino, hanno effettuato numerosi controlli su tutto il territorio comunale al fine di prevenire e contrastare la vendita abusiva di fuochi d’artificio e di materiale pirotecnico non autorizzato che potrebbe essere pericoloso per la salute e l’incolumità pubblica.

Le operazioni di servizio sono state condotte in Viale Mario Rapisardi, Via Stazzone, Piazza Risorgimento, Corso Indipendenza, Via Plebiscito, Via Angeli Custodi, Piazza San Cristoforo, Viale Moncada, Via Galatioto, Piazza Mercato (Monte Po), Tondicello della Plaia, Via Galermo (Etna Bar), Via Casagrande (Cibali), Piazza della Guardia, Via della Concordia, Via Plaia (Faro Biscari), Via Milo, Viale Vittorio Veneto, Piazza Michelangelo, Piazza Cavour e Via Clementi.

All’esito dei controlli sono stati redatti 20 verbali di sequestro probatorio di materiale pirotecnico per la violazione degli art. 46 e 47 del TULPS e dell’art.678 del codice penale, tutti a carico di ignoti poiché i venditori abusivi, all’arrivo delle pattuglie, si davano a precipitosa fuga per non essere identificati, lasciando il materiale sulla sede stradale. Il materiale pirotecnico sequestrato, del peso di oltre 60 chili e del valore approssimativo di 8.000 Euro, è stato trasportato nel magazzino annonario della Polizia Municipale, in attesa che vengano emessi dall'Autorità Giudiziaria i relativi provvedimenti di confisca ai fini della distruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento