Caltagirone, declassato il museo regionale della ceramica

"Si tratta di una scelta inopportuna e dannosa, mi auguro venga rivista dalla Regione" ha affermato il sindaco Gino Ioppolo

Cambia l'assetto gestionale del dipartimento regionale ai beni culturali e il museo della ceramica di Caltagirone perde la sua autonomia. La struttura calatina, infatti, sarà inglobata nel polo regionale catanese affidato a Maria Costanza Lentini che comprenderà il parco archeologico di Catania e della Valle dell’Aci, con la casa-museo “Giovanni Verga”, il Museo della ceramica di Caltagirone e il Museo regionale di Adrano.

Il sindaco di Caltagirone Gino Ioppolo, sulla decisione, esprime tutta la sua amarezza. "In questo modo - scrive Ioppolo - si colpisce in maniera improvvida uno dei più importanti musei regionali, peraltro nella delicata fase del finanziamento del progetto per il completamento della ristrutturazione del secondo piano dell'edificio di Sant'Agostino e del relativo allestimento. Il complesso di Sant'Agostino è infatti destinato a divenire la nuova, prestigiosa sede delmMuseo regionale della ceramica di Caltagirone e la più adeguata potrà sicuramente favorirne le prospettive di sviluppo. Rivolgo pertanto - conclude il primo cittadino - un appello al presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, e all'assessore regionale aibBeni culturali, Carlo Vermiglio, affinché possano riconsiderare questa decisione che, se confermata, sarebbe dannosa e assai inopportuna'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento