Canale sanitario, trasferito paziente con la tubercolosi da Catania a Roma

Questo strategico presidio medico è stato attivato per la prima volta all'aeroporto di Catania

Stamattina per trasferire un paziente con tubercolosi multiresistente dal Reparto Malattie Infettive dell’Ospedale Garibaldi di Catania allo Spallanzani di Roma con procedure di alto biocontenimento, è stato attivato per la prima volta nell’aeroporto di Catania il Canale Sanitario, strategico presidio medico in airside per passeggeri ed equipaggi con sospette malattie infettive. La struttura, unica nel sud Italia (quello di Catania è il terzo aeroporto sanitario civile in Italia, dopo Milano Malpensa e Roma Fiumicino, ai quali si aggiunge quello militare di Pratica di Mare) è stata inaugurata lo scorso anno.

A coordinare le operazioni, per il tramite della Prefettura di Catania, l’Ufficio di Sanità Aerea di Catania (USMAF SASN, organismo del Ministero della Salute, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria). Il paziente, trasportato in airside a bordo di un mezzo della Croce Rossa Italiana, e protetto da sistemi di alto biocontenimento per evitare il contagio, è stato trasferito a Roma (Pratica di Mare) a bordo di un aeromobile dell’Aeronautica Militare e successivamente ricoverato all’Ospedale Spallanzani, centro nazionale di riferimento (insieme all’Ospedale Sacco di Milano) per le emergenze infettivologiche. Le operazioni, coordinate dal dott. Claudio Pulvirenti (Direttore Regionale USMAF SASN Sicilia) e dal dott. Sergio Pintaudi (Referente per la Sicurezza Sanitaria Regionale), hanno coinvolto l’Aeronautica Militare (team di Biocontenimento dell’Infermeria Principale di Pratica di Mare), la Direzione aeroportuale Enac, SAC (gestore dello scalo, che ha realizzato il Canale Sanitario), la Polizia di frontiera, i Vigili del Fuoco e la Croce Rossa Italiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In assenza di questo presidio all’interno dell’Aeroporto di Catania – concepito per il biocontenimento e il controllo sanitario di passeggeri ed equipaggi con sintomi sospetti di malattie infettive - il trasferimento odierno del paziente tubercolotico sarebbe avvenuto sull’apposito mezzo della Croce Rossa Italiana, con un lungo viaggio in autostrada da Catania a Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento