Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Viagrande

Pregiudicati, proprietari di Suv e "falsi" residenti: ecco i furbetti del reddito di cittadinanza

Un'operazione dei carabinieri ha consentito di smascherare un lungo elenco di furbastri: denunciate 29 persone per indebita percezione del reddito e 30 per indebita percezione del bonus alimentare

Più si controlla più vengono fuori. Sono loro, i furbetti del reddito di cittadinanza che riescono - nonostante non ne abbiano diritto e in barba a chi ne ha veramente di bisogno - a intascare il sussidio. Stavolta i riflettori li hanno accesi i carabinieri della stazione di Viagrande. Al termine delle indagini sono state denunciate 29 persone per indebita percezione del reddito di cittadinanza, 30 per indebita percezione del bonus alimentare e ulteriori 8 persone, tra le quali 2 donne, per aver percepito il reddito senza averne i requisiti.

Tantissimi gli espendienti trovati dai furbetti per intascare il reddito. Il beneficio economico arrivava anche a un pregiudicato 36enne di Viagrande (figlio di un esponente di spicco di una “famiglia” mafiosa catanese), con numerosi precedenti penali per spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. L'uomo non aveva indicato di trovarsi ai domiciliari per fatti legati al mondo della droga. Oppure c'era chi, come una donna di 65 anni, che pur non risiedendo a Viagrande dal 2019 indicava ugualmente di abitare in città in un’abitazione con la figlia, anch’ella percettrice del reddito. Peccato che l'immobile risulti disabitato poiché sgomberato su disposizione del tribunale.

O ancora una donna di Viagrande di 56 anni non aveva dichiarato che uno dei componenti del nucleo familiare sin dal 2018 stava scontando una pena ai domiciliari poiché condannato per reati contro il patrimonio. “Svista” che le consentiva di percepire una somma maggiorata rispetto a quella prevista. Benefici economici erano arrivati anche a un 25enne nigeriano che aveva dichiarato di risiedere a Viagrande: in realtà non lo era e pur essendo dal 2014 in Italia sin dal 2018 gli era stata rigettata la richiesta di asilo per motivi umanitari.

Infine il "genio" assoluto: unn 42enne di Viagrande, che pur avendo dichiarato di non percepire alcun reddito aveva invece acquistato un fuoristrada di grossa cilindrata non formalizzando il passaggio di proprietà proprio per evitare i controlli incrociati. L’uomo, nel redigere l’autocertificazione, ha inoltre indicato come indirizzo di residenza quello in cui la moglie ha un’attività commerciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pregiudicati, proprietari di Suv e "falsi" residenti: ecco i furbetti del reddito di cittadinanza

CataniaToday è in caricamento