Catania penultima nella classifica dei grandi atenei, intanto si preparano le elezioni

Al top l'università di Bologna: l'università etnea sopravanza soltanto Napoli

A seguito delle dimissioni del rettore Francesco Basile, indagato con diversi altri docenti nell'ambito dell'inchiesta "Università bandita", l'ateneo inizia a voltar pagina. Il ministro Bussetti ha dato mandato agli organi accademici di avviare le procedure per l'elezione del nuovo rettore. Adesso il Senato accademico dell'ateneo ha oggi invitato il decano, Vincenzo Di Cataldo, ordinario di Diritto commerciale nel Dipartimento di Giurisprudenza, al indire l'elezione del nuovo rettore.

Le votazioni saranno effettuate nei giorni 23, 26 e 29 agosto, e 2 settembre in caso si vada a ballottaggio. Il termine per la presentazione delle candidature e' stato fissato al 19 luglio.

Intanto continuano ad arrivare cattive notizie per l'ateneo. Tra i mega atenei statali (con oltre 40.000 iscritti) mantiene la prima posizione in graduatoria l'Universita' di Bologna mentre Catania è penultima, precedendo la Federico II di Napoli.

La classifica del Censis è una analisi del sistema universitario italiano attraverso la valutazione degli  atenei (statali  relativamente a:servizi erogati, borse di studio e altri interventi in favore degli studenti, strutture disponibili, comunicazione e servizi digitali, livello di internazionalizzazione.

Catania ha raggiunto punteggi bassi per quanto concerne, in particolare, le borse di studio, l'internazionalizzazione e l'occupabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento