Inaugurato a Giarre il Centro di ascolto per aiutare chi è in difficoltà

Gli incontri avvengono solo ed esclusivamente per appuntamento: per fissarne uno è attivo il numero 351 6186265

La comunità Sant’Isidoro Agricola di Giarre ha inaugurato in piazza de Andrè  la sede del Centro di ascolto per il supporto delle persone bisognose di aiuto. Un segnale forte in questo periodo di incertezza per quanti cercano comprensione, compassione e amore. L’inaugurazione, avvenuta dopo la celebrazione della Santa Messa presieduta da don Orazio Tornabene, direttore della Caritas, e concelebrata da don Nino Russo, parroco di Sant’Isidoro Agricola, ha visto fianco a fianco i promotori di questa iniziativa. In particolare Claudio Sgroi, con i tanti volontari che hanno permesso di trasformare l’idea in realtà. “Oggi più che mai – dichiara don Orazio Tornabene – si ha un grande bisogno di ascolto. Reprimere i propri dolori è l’inizio della fine, perchè chiudendosi alla speranza si rischia di rimanere intrappolati all’interno dei propri fallimenti. La comunità cristiana non può giudicare una persona dal proprio stato di vita perchè rischia di scartarla e condannarla. Ascoltare non è un semplice sentire, ma è un tirar fuori le esigenze e le necessità di chi vuole migliorare e permette di uscire dalle difficoltà”. Il servizio è svolto da figure professionali competenti nel settore (psicologo, psichiatra, neurologo, assistente sociale) che danno il loro contributo in modo totalmente gratuito. Gli incontri avvengono solo ed esclusivamente per appuntamento: per fissarne uno è attivo il numero 351 6186265. I colloqui saranno calendarizzati e dilazionati in modo da garantire il rispetto della privacy degli interessati. “Tutti siamo responsabili – conclude don Orazio – gli uni degli altri. Indichiamo, a chi soffre, la via da percorrere per uscire fuori dalla crisi spirituale e personale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento