menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella della Polizia a Librino, il M5S: "Attendiamo risposte"

Le criticità sono state evidenziate in un'interrogazione del gruppo consiliare pentastellato presentata lo scorso 7 agosto: "Auspichiamo che al più presto si possa fare chiarezza sulla vicenda"

“Attendiamo ancora la risposta dell'amministrazione comunale in merito alla nuova cittadella della polizia che doveva sorgere tra via Bonaventura e viale Nitta. L'interrogazione che abbiamo presentato il 7 agosto scorso ha posto delle domande circostanziate sullo stato dell'iter amministrativo di competenza del Comune”. A riportare la nuovamente la questione alla ribalta è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Graziano Bonaccorsi, anche alla luce della recrudescenza dei fatti di sangue avvenuti recentemente nel popoloso quartiere periferico. “Il duplice omicidio avvenuto l'8 agosto scorso deve ancora una volta farci riflettere sul futuro che vogliamo disegnare per il quartiere – ha spiegato – la costruzione del nuova centro polifunzionale della polizia rappresenterebbe sicuramente un primo passo verso la giusta direzione. Significherebbe anche evitare la continua emorragia di denari spesi da decenni per affitti passivi, che per alcune sedi della Questura si aggira intorno ai 3 milioni e mezzo di euro all’anno”.

L'interrogazione presentata si sofferma sulle criticità relative al sito individuato: “Il complesso sorgerà proprio in quell’area o ne sono state individuate altre? L’area è libera da vincoli e servitù? Il Comune e l’Agenzia del Demanio sapevano che nell'area, invasa da rifiuti anche pericolosi, sono presenti i collettori fognari? - chiede ancora Bonaccorsi - sembrerebbe che quel terreno, venduto nel 2006 al Demanio dal Comune per oltre 3 milioni di euro, non sia stato ancora bonificato dai rifiuti. Ed è attraversato da collettori fognari. E’ opportuno fare chiarezza e individuare, sempre a Librino, un'altra area per la realizzazione dell'opera, che giocherebbe un ruolo fondamentale nella riqualificazione del territorio. Sembrerebbe, infatti, - ha aggiunto - che si ipotizzi di permutare quel terreno con un altro in viale Librino. Auspichiamo che al più presto si possa fare chiarezza sulla vicenda, così da poter comprendere dove e come questa opera strategica verrà realizzata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento