menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestati 2 uomini del clan Cappello-Bonaccorsi per una rapina del 2009

I carabinieri della compagnia di Patti hanno arrestato C.V. e M.T. per una rapina che era stata messa a segno nella prima mattinata del 30 giugno 2009 alla filiale "MPS" di Via Vittorio Emanuele III a Brolo

I carabinieri della compagnia di Patti hanno arrestato C.V. e M.T. per una rapina che era stata messa a segno nella prima mattinata del 30 giugno 2009 alla filiale “MPS” di Via Vittorio Emanuele III a Brolo.

Un malvivente, a viso scoperto, stempiato, con capelli scuri e tagliati molto corti era entrato all’improvviso nell’istituto di credito e, nonostante la presenza di clienti, aveva aggredito il cassiere provocandogli ferite al collo e facendosi consegnare circa 15.000,00 euro in contanti prelevati dalle casse della banca. Dopo aver preso il bottino il rapinatore era scappato a piedi percorrendo le scale poste nei pressi della banca che portano nella vicina piazza Annunziata.

Le indagini svolte dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Patti hanno consentito di individuare con certezza due rapinatori che hanno partecipato al colpo, entrambi catanesi già arrestati in passato, per altre rapine commesse a danno di istituti di credito: C.V. e M.T. appartenenti alla clan mafioso dei Cappello-Bonaccorsi.

I Carabinieri avevano a disposizione le immagini del sistema di video-sorveglianza ma hanno rintracciato i rapinatori grazie ad un particolare che poi si è rilevato fondamentale: mentre scappavano dalla piazza Annunziata in cui avevano nascosto la macchina, nel fare la manovra, hanno urtato la vettura di una cittadina di Brolo che si trovava lì in attesa di un parcheggio. La proprietaria della macchina colpita, considerato che non si sono fermati per constatare il danno arrecatole, ha annotato alcune cifre della targa ed ha poi riconosciuto uno dei soggetti in macchina proprio nel rapinatore immortalato dalle telecamere della banca. L’auto intestata ad una donna di Catania, priva di patente di guida, era usata da C.V. che ne aveva sottoscritto anche il contratto di assicurazione.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento