Comune, approvato l’innalzamento dell’Imu per la prima casa

In aula l'assessore Rosario D'Agata ha spiegato che l'aumento dell'Imu non graverà per quest'anno sui cittadini perché il Governo nazionale ha sospeso l'imposta. Per contro la deliberazione permetterà al Comune di Catania di incassare dallo Stato circa 5 milioni di euro

Il Consiglio Comunale di Catania ha approvato nella seduta di ieri le due proposte di deliberazione relative a Imu e Tarsu delibate nella prima seduta della Giunta Bianco il 19 giugno scorso. Le delibere, proposte dall’Amministrazione Stancanelli e mai portate in Giunta, erano strettamente vincolate al Piano di rientro votato dal Consiglio Comunale nel dicembre del 2012 e nel febbraio 2013 e che consentirebbe di evitare il dissesto.       

La prima delibera approvata con l’unanimità dei presenti ( 35 ) prevede l’innalzamento dell’Imu per la prima casa dallo 0,5 per mille allo 0,6 per mille ovvero il massimo possibile. La Giunta Bianco, rispetto all’atto originario, ha previsto una riduzione per le seconde case locate con fitto concordato.  

In aula l’assessore Rosario D’Agata – erano presenti anche gli assessori Angela Mazzola, Fiorentino Trojano e Luigi Bosco- ha spiegato che l’aumento dell’Imu non graverà per quest’anno sui cittadini perché il Governo nazionale ha sospeso l’imposta. Per contro la deliberazione approvata dal Consiglio Comunale, permetterà al Comune di Catania di incassare dallo Stato circa 5 milioni di euro.             L’Assemblea cittadina ha inoltre approvato con il voto unanime dei presenti ( 31) un’altra delibera che fissa le tre scadenze della rateizzazione della Tarsu per l’anno 2013 al 31 luglio, 30 settembre e 10 dicembre. “ Si è trattato- ha sottolineato D’Agata- di un segnale di grandissima apertura e riconoscimento nei confronti dell’Amministrazione Bianco. Da tempo infatti non si vedeva una riunione di Consiglio così partecipata e con tale unanimità di consensi”.                                                                                                                                                                                                  

Per entrambi gli atti è stato approvata l’immediata esecuzione. Sono stati invece bocciati dall’Assemblea tre emendamenti presentati sull’Imu, primo firmatario Giacomo Bellavia (Pdl).

E’ stato approvato invece l’Ordine del Giorno proposto dal consigliere Puccio La Rosa che impegna l’Amministrazione a prevedere aliquote simili a quelle delle prime case anche per le abitazioni in cooperativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento