La giunta comunale approva il bilancio preventivo stabilmente riequilibrato

Con la definitiva approvazione dell’atto viene segnato il superamento della fase finanziaria di squilibrio del bilancio, certificato da un disavanzo di 941 milioni di euro per l’anno 2018

La giunta comunale di Catania, presieduta dal vicesindaco Roberto Bonaccorsi nella qualità di sindaco, ha deliberato la proposta del bilancio stabilmente riequilibrato, che il Ministero dell’Interno ha già approvato e restituito al Comune lo scorso 24 settembre. Il documento contabile, che sarà ora portato al vaglio del consiglio comunale, tiene conto del perdurare dell’Emergenza Covid e le conseguenze in termini socio economici che ne derivano, con le inevitabili conseguenze sulla gestione dell’Ente. Con la definitiva approvazione dell’atto viene segnato il superamento della fase finanziaria di squilibrio del bilancio, certificato da un disavanzo di 941 milioni di euro per l’anno 2018.

Lo schema della previsione economica-finanziario pluriennale, già varato un anno fa dalla giunta presieduta dal sindaco Salvo Pogliese, giunge a conclusione di un serrato confronto tra i vertici burocratici e l’amministrazione Comunale, che ha previsto anche l’attivazione di sistemi di monitoraggio e controllo dell’andamento della gestione finanziaria e l’adozione tempestiva dei provvedimenti necessari a salvaguardare e mantenere gli equilibri di bilancio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento