Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Comune: promozioni facili del personale, indagini chiuse

Nell'indagine condotta dal pm, Alessandra Chiavegatti, ci sono delibere e pareri che hanno causato al Comune di Catania un costo di quasi 400mila euro al giorno

E' di diciotto milioni di euro il presunto danno erariale nei confronti del comune di Catania. La chiusura delle indagini per abuso d'ufficio sulla gestione del personale al Comune, riguarda le "promozioni facili del personale". Nell'indagine condotta dal pm, Alessandra Chiavegatti, ci sono delibere e pareri che hanno causato al Comune di Catania un costo di quasi 400mila euro al giorno.

Il pm Chiavegatti, dopo due anni di indagini è riuscita a quantificare i presunti danni erariali per procedure svolte "in palese violazione delle norme di legge". La commissione di valutazione avrebbe intascato 5600 euro per ciascuna delle 50 procedure di promozione di massa dei dipendenti.

Tra gli indagati, l'ex primo cittadino, Umberto Scapagnini, l'attuale presidente della Regione Raffaele Lombardo, indagato in qualità di vicesindaco di Catania e assessore al Personale all'epoca dei fatti, l'ex capo del Personale Carmelo Reale, gli ex Ragionieri generali Vincenzo Castorina, Francesco Bruno, e i dirigenti Di Gregorio, Roberto Politano, Carmelo Pricoco e Valerio Ferlito.

"Ciascuno nelle rispettive funzioni, anche inducendo in errore circa la legittimità del provvedimento i restanti embri della Giunta, adottavano e determinavano ad adottare la delibera G.M. 1209 del 5.08.2002, nonché ad eccezione di Lombardo, le delibere di integrazione 1422 – 1846 del 2004, aventi ad oggetto il "programma triennale di fabbisogno del personale 2002-2004". Gli indagati, hanno venti giorni di tempo dalla notifica da parte delle fiamme gialle, di presentare le memorie, produrre documenti, nella memoria difensiva l'indagato ha la facoltà di chiedere di essere sentito.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune: promozioni facili del personale, indagini chiuse

CataniaToday è in caricamento