Condannato a 8 anni per rapina ed estorsione commesse dal 2010

Reati commessi tra Ramacca, Palagonia e Castel di Iudica

I carabinieri di Ramacca hanno arrestato il 43enne Francesco Compagnino, del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Catania. L’uomo, già agli arresti domiciliari, è stato condannato dai giudici poiché ritenuto colpevole di rapina aggravata, concorso in rapina ed estorsione aggravata, tentata estorsione nonché concorso in incendio.

Reati commessi tra Ramacca, Palagonia e Castel di Iudica a partire dal dicembre 2010. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Caltagirone dove sconterà la pena inflittagli equivalente ad anni 8 di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento