Confcommercio "saluta" Stancanelli e "propone" a Bianco

Nel maggio del 2009 - come ricorda Confcommercio con una nota - una lettera aperta a firma di Sorbello e Saguto dal titolo “Caro Sindaco così non va”, lettera rappresentò proprio l’inizio di un rapporto “bellicoso”

In questo ultimo quinquennio la Confcommercio, guidata dal presidente provinciale Galimberti, è stata certamente l’organizzazione che ha avuto il confronto più serrato e duro con l’Amministrazione Stancanelli. Il rapporto, infatti, è stato sempre burrascoso. Nel maggio del 2009  - come ricorda Confcommercio con una nota - una lettera aperta a firma di Sorbello e Saguto, rispettivamente vice direttore provinciale e presidente dei commercianti etnei, dal titolo “Caro Sindaco così non va”, lettera rappresentò proprio l’inizio di un rapporto “bellicoso”. 

 “Abbiamo sempre valutato l’azione dell’amministrazione Stancanelli – afferma Giovanni Saguto – senza pregiudizio alcuno, tanto che abbiamo aspettato un anno per verificare quanto era stato fatto. Ci rendemmo subito conto che l’azione amministrativa non rispondeva alle nostre attese ed a quanto promesso nel corso della campagna elettorale del 2008 e lo abbiamo detto pubblicamente, a tutta la Città. Noi rispondiamo solo alle imprese che rappresentiamo e siamo liberi da vincoli”. 
Dalla vicenda del piano del traffico nella zona sud del centro storico alla questione dell’abusivismo commerciale, dal PRG al Piano del traffico, lo scontro tra i vertici dell’associazione commercianti etnea e quelli dell’amministrazione comunale, Sindaco in testa, si è mantenuto sempre su toni effervescenti, anche nel confronto pubblico.   

“E’ nostra abitudine – dichiara Francesco Sorbello esperto di legislazione del terziario di mercato e di pianificazione -  approfondire sempre le varie tematiche e giudicarle solo nel merito, indipendentemente dall’amministrazione che le proponga. E’ vero abbiamo fatto una opposizione dura all’amministrazione Stancanelli ma anche estremamente corretta, come recentemente ha riconosciuto lo stesso Sindaco uscente con onestà intellettuale. Avevamo una visione delle cose e delle soluzioni diametralmente opposte e abbiamo sostenuto le nostre tesi con determinazione. Non potevamo tacere sulla questione del PRG o su quella del piano del traffico. La prima non ci convinceva per le implicazioni negative che generava, ad esempio, nel waterfront, la seconda per gli effetti negativi per i commercianti con negozi in molte importanti strade della Città. Purtroppo spesso è mancato il confronto preventivo, deficit che deve essere recuperato dalla nuova amministrazione. Così come chiediamo che si metta mano al funzionamento della macchina burocratica: abbiamo rappresentato a tutti i candidati a Sindaco le molte gravi criticità.”

Restano aperte molte questioni, si chiede al nuovo Sindaco Enzo Bianco che si attuino politiche affinché Catania faccia il grande salto di qualità, e Confcommercio ha presentato il proprio documento proprio durante la campagna elettorale, trovando la condivisione di tutti i candidati. 

“Il nostro programma – dichiara Riccardo Galimberti presidente provinciale di Confcommercio  – ha preso in esame le patologie e le risorse di Catania per poi indicare un piccolo sogno, una sorta di visione della Città che verrà. La futura amministrazione non potrà posizionarsi solo nell’affrontare le emergenze, abusivismo commerciale in primis, ma dovrà avviare una rivoluzione della Città, proiettarla su nuovi orizzonti, mettendo a frutto le risorse. Le nostre indicazioni sono articolate e vanno dal campus universitario al piano particolareggiato per i mercati storici, dal piano parcheggi ad interventi per avere la Plaia sempre aperta, dal nuovo regolamento Tares a grandi progetti che permettano di identificare e riconoscere Catania nella platea globale. In questo percorso assicuriamo la nostra fattiva collaborazione, mettendo a disposizione l’esperienza di chi vive la strada e le competenze acquisite”. E’ l’ora di passare all’opera, dalle parole ai fatti. Confcommercio invoca confronto preventivo e concretezza per rivoluzionare Catania.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento