Consiglio comunale: approvato il regolamento per la raccolta differenziata

La disposizione regionale chiede ai sindaci e ai consigli comunali l'adozione o l'adeguamento del regolamento per la raccolta diffrrenziata tenendo conto sia dei progressivi aggiornamenti normativi sia di quanto è necessario attuare con l'avvio immediato del nuovo piano di raccolta differenziata

Il Consiglio comunale, presieduto da Francesca Raciti, ha approvato nella seduta di prosecuzione di ieri sera la delibera sul Regolamento comunale per la raccolta differenziata. Ventinove i consiglieri che si sono espressi a favore e due gli astenuti sui trentuno presenti. La delibera, come ha spiegato l'assessore all'Ecologia Rosario D'Agata, è stata predisposta nel rispetto di un'ordinanza del Presidente della Regione siciliana del 7 giugno scorso, la stessa che ha imposto il piano di raccolta differenziata approvato dall'Aula pochi giorni fa.

La disposizione regionale chiede ai sindaci e ai consigli comunali l'adozione o l'adeguamento del regolamento per la raccolta diffirenziata tenendo conto sia dei progressivi aggiornamenti normativi sia di quanto è necessario attuare con l'avvio immediato del nuovo piano di raccolta differenziata.

“L'atto deliberativo – ha precisato D'Agata - è stato oggetto di attenta valutazione da parte del collegio di difesa che ha espresso specifiche osservazioni, tutte recepite, come quella di eliminare gli articoli più attinenti al regolamento sulla Tarsu che sarà proposto al Consiglio successivamente".

Il regolamento disciplina le modalità di svolgimento della raccolta differenziata secondo quanto previsto dagli articoli 184 e 198 del decreto legislativo 152 del 2006 e dall'articolo 4 della legge regionale 9 del 2010 (con successive modifiche e integrazioni) considerando che il Comune di Catania appartiene ai Comuni dell'Ambito Territoriale Ottimale, detto S.R.R. Catania Area Metropolitana, “che agiscono in forma singola o associata, nel rispetto dei principi di efficienza, efficacia, economicità e trasparenza”.

Definite anche le distinte attività e competenze del Comune e della ditta affidataria, le disposizioni per la tutela del decoro e dell'igiene ambientale anche attraverso la promozione della partecipazione dei cittadini e delle loro associazioni e la collaborazione delle associazioni di volontariato. Tra i 18 articoli del documento figurano: la classificazione dei rifiuti, le modalità di conferimento e raccolta delle varie tipologie di rifiuti, la raccolta porta a porta, lo smaltimento, la pulizia di mercati o aree varie. Fanno parte integrante del regolamento il piano d'intervento e il piano comunale di raccolta differenziata approvati dal consiglio comuale rispettivamente l'uno giugno e il 14 luglio scorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento