Giornata della memoria, il consiglio comunale commemora le vittime di mafia

Consiglieri, assessori e sindaco hanno letto in aula i quasi mille nomi di donne, uomini e bambini che hanno perso la vita per mano della criminalità mafiosa

“Vogliamo ricordarli tutti. Le vittime innocenti delle mafie e delle stragi, quelli di cui conosciamo le storie, quelli di cui sappiamo solo il nome e i tanti dei quali non abbiamo ancora conoscenza”. Si è aperta così la lettura del lungo elenco delle vittime della criminalità mafiosa che il Consiglio comunale, convocato dalla presidente Francesca Raciti e presieduto da Salvatore Giuffrida, ha voluto commemorare anche quest'anno in occasione della “Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” promossa da Libera e giunta alla sua XXIII edizione.

Nella lettura dei quasi mille nomi di donne, uomini e bambini vittime innocenti si sono alternati in Aula i consiglieri comunali. Ha iniziato il consigliere Niccolò Notarbartolo e ha chiuso Salvatore Giuffrida. Alla lettura hanno partecipato anche il sindaco Enzo Bianco e gli assessori Rosario D'Agata, Salvo Andò e Fortunato Parisi.

Il primo cittadino ha voluto aggiungere al lungo elenco i nomi dei due vigili del fuoco morti durante un intervento di soccorso due sere fa, Dario Ambaiamonte e Giorgio Grammatico, e per i quali sarà proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento