Controlli nei cantieri etnei, fioccano sanzioni per oltre 70mila euro

Durante l’attività ispettiva sono state controllate 6 ditte, identificati 17 lavoratori, adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, elevate 18 ammende per un importo complessivo di 70.000 euro

Ieri mattina, i Carabinieri della Compagnia di Gravina di Catania insieme al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania, hanno eseguito dei controlli in diversi cantieri edili tra la frazione di San Giovanni Galermo ed il comune di San Giovanni la Punta, denunciando tre persone, tra amministratori e titolari di ditta, per violazioni sulle norme inerenti la salute pubblica e la sicurezza sul lavoro.

In un cantiere edile a San Giovanni la Punta i militari hanno accertato la presenza di materiale vario sulle impalcature e che le tavole da calpestio erano irregolarmente posizionate. In un altro cantiere dello stesso paese si è verificato l’assenza di protezione alle aperture sul vuoto. In un altro sito a San Giovanni Galermo, su 11 lavoratori controllati, 5 sono risultati “in nero”, con diversi operai non sottoposti a visita medica e mai avviati ai corsi di formazione. E’ stata accertata anche la mancanza di protezione nei lavori in quota e lungo il parapetto a scale fisse, la totale mancanza di locali igienico assistenziali e l’inidoneità dell’impianto elettrico utilizzato.

Durante l’attività ispettiva sono state controllate 6 ditte, identificati 17 lavoratori, adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, elevate 18 ammende per un importo complessivo di 70.000 euro, elevate sanzioni amministrative pari a 25.000 euro, recuperati contributi e premi assicurativi ed assistenziali per 3.500 euro e sottoposti a sequestro preventivo 2 immobili in costruzione per un valore di 50.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento