Zia Lisa, agenti fermano un pregiudicato ed i vicini lanciano oggetti dal balcone

Sono stati contestati circa 10 mila euro di sanzioni pecuniarie per le violazioni del codice della strada e delle norme sul Covid 19

Nei giorni scorsi gli agenti del commissariato di Librino e della squadra volanti dell’ufficio prevenzione generale hanno effettuato dei controlli straordinari volti a contrastare l’illegalità diffusa nel quartiere di Zia Lisa II, precisamente al civico 161. Qui infatti è stato fermato il pluripregiudicato S.S., alla guida di un’auto senza patente e priva di copertura assicurativa. Prima di essere fermato, si è disfatto di un oggetto non meglio identificato e nell' autodichiarazione ha attestava il falso omettendo di riferire che era stato notato in un luogo noto per lo spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo aver capito che gli agenti gli avrebbero dovuto sequestrare l’auto e con circa 10 mila euro di sanzioni pecuniarie, è andato in escandescenza offendendo e minacciando i poliziotti. Ha anche chiesto ai residenti del posto di scendere in strada al fine di dargli manforte, ed infatti numerosi soggetti hanno lanciato contro i poliziotti numerosi oggetti dai balconi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche suo figlio S.M., pregiudicato, e la moglie D.G., sono scesi in strada inveendo contro i poliziotti. Nei giorni successivi, S.S. è stato nuovamente fermato al villaggio Zia Lisa II a bordo dell’auto già fermata ed in compagnia di un soggetto evaso dagli arresti domiciliari. In questa occasione, con la sua condotta, è riuscito a far fuggire l'amico ed ancora una volta, dai balconi dello stabile in cui abita S.S., i residenti hanno inveito contro la polizia di Stato poiché intolleranti ai controlli da parte delle forze dell’ordine. Per questi motivi S.S. è stato denunciato in stato di libertà per i reati di favoreggiamento personale, resistenza, violenza, minaccia, oltraggio e false attestazioni. Mentre la moglie e suo figlio sono stati denuciati per i reati di resistenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. Ad S.S. sono stati contestati circa 10 mila euro di sanzioni pecuniarie per le violazioni previste dal codice della strada e violazione delle norme per il contrasto alla diffusione del contagio del Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento