Delitto cimitero, parla il figlio della vittima: "Pronto a utilizzare i miei risparmi"

Non si da pace Fabio Matà, il figlio della vedova Maria Concetta Velardi. "Ritengo sia quantomeno giusto e rispettoso anche verso la sua memoria, che io, unico figlio rimasto, faccia di tutto perché i colpevoli dell'efferato omicidio vengano scoperti"

Non si da pace Fabio Matà, il figlio della vedova 59enne uccisa a colpi di pietra il 7 gennaio al cimitero. "Il dolore che provo per la tragica e misteriosa morte di mia madre, Maria Concetta Velardi, è immenso e nulla potrà lenire le mie immani sofferenze. Tuttavia, ritengo sia quantomeno giusto e rispettoso anche verso la sua memoria, che io, unico figlio rimasto, faccia di tutto perché i colpevoli dell'efferato omicidio vengano scoperti". 

Poi lancia un messaggio alla cittadinanza etnea :"Faccio appello - aggiunge Matà- al buon cuore di tutti i cittadini catanesi perchè mi aiutino a soddisfare questo mio immane desiderio che io nutro nel nome e nell'amore verso mia mamma e, ove fosse necessario - conclude il figlio della vittima- sono pronto a dare fondo anche a tutti i miei piccoli risparmi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento