rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Gli studenti di Giurisprudenza studiano la "scena del crimine"

Si è svolta ieri una simulazione a cura della polizia scientifica e della squadra sopralluoghi della questura di Catania

Presso il Polo Didattico “G. Virlinzi” di via Roccaromana un normale pomeriggio di studio è stato "travolto" dalle indagini svolte dopo l’omicidio di Olindo, il manichino dimostrativo della polizia scientifica. La scena del crimine allestita dagli agenti della questura di Catania, ricca di effetti, ha appassionato gli studenti che hanno seguito le spiegazioni del dott. Pasquale Alongi, direttore della polizia scientifica Sicilia orientale, e della squadra sopralluoghi. Con puntuali interventi del direttore, gli studenti hanno potuto apprendere le procedure di analisi forensi delle scene del crimine, ampliando il loro bagaglio formativo.

Presenti nel pomeriggio sia il direttore del dipartimento di giurisprudenza, prof. Salvatore Zappalà, sia il presidente del corso di laurea Giuseppe Speciale, che hanno raccolto con entusiasmo tale iniziativa. L’associazione GiurisprudenzAttiva, in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania e la Polizia Scientifica della Sicilia Orientale ha promosso l’evento denominato “CSI: Scena di Rocca”. Con oltre 220 partecipanti provenienti da oltre quattro dipartimenti, si attesta tra gli eventi più apprezzati dalla Comunità studentesca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti di Giurisprudenza studiano la "scena del crimine"

CataniaToday è in caricamento