rotate-mobile
Cronaca Biancavilla

Il genio siciliano Dino Distefano nel team di Facebook

Mark Zuckerberg ha acquistato Monoidics, startup che realizza Infer, il "software dei software" capace di scovare automaticamente i bug critici ed impedire il default dei sistemi tecnologici

Da oggi quando userete Facebook potreste imbattervi nell’applicazione di un siciliano, Dino Distefano

Mark Zuckerberg ha infatti acquistato Monoidics, startup che realizza Infer, il “software dei software” capace di scovare automaticamente i bug critici in altri software e dunque ad impedire il default dei sistemi tecnologici.

L’inventore dell’applicazione è un “nerd” di Biancavilla, che avevamo intervistato non molto tempo fa.

Lo scorso novembre, a soli 39 anni, il ragazzo siciliano ha anche ricevuto alla Royal Society di Londra il “Roger Needdham award”, una sorta di Nobel dell'informatica.

“La Sicilia mi manca, ma il fatto di stare fuori mi ha permesso di vedere e vivere in diversi posti interessanti – dichiarava Dino a Cataniatoday - A parte per brevi periodi, per il momento non credo che tornerò”.

Su Twitter numerosi i complimenti allo sviluppatore nostrano ma molte anche le “accuse” mosse all’Italia che sempre più spesso di fa scappare i geni come Dino

Intanto Facebook commenta ufficialmente: "Monoidics produce il migliore software di analisi di altri software, in grado di identificare ed eliminare i bug. Ed è ciò che noi intendiamo utilizzare per le nostre applicazioni destinate ai dispositivi mobili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il genio siciliano Dino Distefano nel team di Facebook

CataniaToday è in caricamento