Pregiudicato e drogato ai domiciliari appicca un incendio in casa e scappa, arrestato

I poliziotti lo hanno trovato in stato confusionale mentre vagava per strada. Aveva dato fuoco anche a dei cassonetti

E' finito in manette il pregiudicato Orazio Privitera, di 45 anni, che aveva dato fuoco a un'abitazione e a dei cassonetti. Dovrà rispondere di incendio doloso ed evasione. Nella nottata di ieri, intorno, alle 3 gli agenti sono intervenuti in via Curia dove un monolocale aveva preso a fuoco. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e secondo le testimonianze raccolte dai famigliari era stato proprio Privitera, tossicodipendente, ad appiccare le fiamme.

L'uomo era ai domiciliari ma era stato trovato da un fratello all'interno del monolocale in stato confusionale mentre osservava l'incendio che aveva causatocon ancora in mano l’accendino acceso. Dopo qualche minuto trascorso ad osservare, inerte, il fratello che si adoperava per spegnere l’incendio, il piromane si è dato alla fuga. Da quanto riferito dai famigliari da qualche giorno Orazio Privitera aveva un atteggiamento particolarmente irascibile e minaccioso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


I poliziotti, quindi, si sono messi alla ricerca del piromane che è stato puntualmente rintracciato poco dopo in via Delle Medaglie D’Oro, in evidente stato di agitazione e con in mano un accendino, accanto a dei cassonetti della spazzatura in fiamme.
Così l'uomo che vanta numerosi precedenti di polizia per reati di violenza contro la persona, contro la pubblica amministrazione e contro il patrimonio è stato arrestato e portato nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

  • "Dammi i soldi o ti spezzo le gambe", arrestato mentre attende la vittima sotto casa

Torna su
CataniaToday è in caricamento