Emergenza Covid-19, controlli sul rispetto delle restrizioni: raffica di denunce

I carabinieri hanno effettuato controlli a tappeto ad Acireale, Biancavilla e Ragalna

Continuano i controlli dei militari dell'arma sul fronte del rispetto delle disposizione governative in materia di contenimento del contagio da Covid-19. I carabinieri di Acireale hanno denunciato 18 persone nel territorio compreso tra i comuni di Acireale e Viagrande per inosservanza delle restrizioni previste. in particolare i militari hanno sorpreso 5 persone di età compresa tra i 19 e i 53 anni che, all’interno di un’area di rifornimento lungo la strada statale 114, erano intente a consumare alimenti non rispettando alcuna cautela personale per scongiurare il contagio, tentando inoltre la fortuna grattando i tagliandi della lotteria istantanea. I carabinieri di Paternò, insieme ai colleghi della stazione di Biancavilla, invece, hanno sottoposto a controllo 11 persone presenti in uno slargo di viale Europa. I partecipanti alla riunione, tutti pregiudicati e senza alcuna necessità di dover abbandonare le rispettive abitazioni, stavano conversando senza mantenere la prevista distanza inter personale di sicurezza: sono stati tutti denunciati ai sensi dell’articolo 650 del codice penale per l’inosservanza alle disposizioni del Dpcm in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19. Alta tornata di controlli è stata effetuata dai carabinieri di Belpasso che hanno denunciato un minorenne di 17 anni di Ragalna per inosservanza alle disposizioni governative, nonché per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nell’ambito dei controlli effettuati su strada per garantire l’osservanza da parte della cittadinanza delle vigenti norme di tutela sanitaria, i militari hanno notato il giovane che appena accortosi della loro presenza aveva tentato di nascondersi dietro un automobile. Il conseguente intervento dei militari ha così indotto il ragazzo a lanciare sotto l’autovettura 4 dosi di marijuana, già confezionate per la vendita al minuto e, quindi, di darsi vanamente alla fuga a piedi perché è stato immediatamente bloccato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento