Cronaca

Eruzione Etna, attività stromboliana in corso e fontane di lava

L'emissione lavica forma una piccola colata lavica diretta verso ovest che si sovrappone al campo lavico in raffreddamento. Dal punto di vista sismico, a partire dalle ore 1:30, si osserva un netto incremento del tremore

L'Etna, vista da Barriera, foto della professoressa Claudia Urzì

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che a partire dalle 02:50 GMT dalle telecamere della rete di sorveglianza visiva si osserva un forte incremento dell'attività stromboliana a carico di almeno due bocche del cratere di Sud-est che, dalle 3:15 circa, alimenta un trabocco lavico dalla nicchia di frana apertasi sul fianco sud-occidentale del Cratere di Sud-Est durante l'attività parossistica del 13 dicembre. L'emissione lavica forma una piccola colata lavica diretta verso ovest che si sovrappone al campo lavico in raffreddamento. Dalle immagini delle telecamere termiche si osserva, inoltre, che il flusso lavico diretto in Valle del Bove non è più alimentato ed è in raffreddamento. Dal punto di vista sismico, a partire dalle ore 1:30, si osserva un netto incremento dell'ampiezza media del tremore vulcanico che si attesta su valori alti. "La posizione del centroide delle sorgenti del tremore risulta localizzata nell'area del Cratere di Sud-est - come spiega l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - Anche l'attività infrasonica risulta parecchio sostenuta, gli eventi sono localizzati al Cratere di Sud-est. A partire dalle 03:20, le reti di monitoraggio delle deformazioni del suolo mostrano una debole variazione sui segnali clinometrici alle stazioni sommitali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eruzione Etna, attività stromboliana in corso e fontane di lava

CataniaToday è in caricamento