Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Ex Palazzo delle Poste, 40 milioni per la 'Cittadella giudiziaria'

Il cronoprogramma prevede una prima tranche di un milione e 200 mila euro per il 2018 e, a seguire, due milioni per il 2019, quattro per il 2020, venticinque per il 2021 e sette milioni e 800mila euro per il 2022

Una 'cittadella giudiziaria' per accorpare in un unico plesso, nei locali dell'ex Palazzo delle Poste di viale Africa, a Catania, i diversi uffici sparsi sul territorio. Il progetto è finanziato dalla Regione siciliana che, tramite l'assessorato alle Infrastrutture, ha emesso il decreto di stanziamento di 40 milioni di euro, spalmati in cinque anni, dal 2018 al 2022.

Il cronoprogramma prevede una prima tranche di un milione e 200 mila euro per il 2018 e, a seguire, due milioni per il 2019, quattro per il 2020, venticinque per il 2021 e sette milioni e 800mila euro per il 2022. I fondi provengono dal Fondo di sviluppo e coesione 2014/2020 per interventi mirati alla riqualificazione e messa in sicurezza di edifici di valenza pubblica.

"Con la costruzione di un secondo Palazzo di giustizia - sottolinea il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci - si eviterà un inutile spreco di denaro dovuto al pagamento degli affitti dei diversi uffici giudiziari, al momento suddivisi in moltissime sedi. La 'cittadella', oltre a essere un'importante infrastruttura per la città di Catania e presidio di legalità, sarà un'opera all'altezza dei bisogni della cittadinanza, eliminando disfunzioni e disagi per gli utenti e per gli stessi operatori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Palazzo delle Poste, 40 milioni per la 'Cittadella giudiziaria'

CataniaToday è in caricamento