Percepivano false disoccupazioni, scoperta truffa Inps da 45 mila euro

La cooperativa "Agrimec" nel 2010 aveva falsamente comunicato di aver assunto diciotto braccianti per un totale di oltre 2.200 giornate. Il fine ultimo era quello di percepire dopo due anni l'indennità

La Guardia di Finanza di Bronte ha scoperto una maxi truffa ai danni dell’Inps di 45 mila euro. Il sistema utilizzato era quello dei falsi braccianti.

La cooperativa "Agrimec" con sede fittizia a Catania,  nel 2010 aveva falsamente comunicato di aver assunto diciotto braccianti per un totale di oltre 2.200 giornate.

I lavoratori, in apparenza erano assunti per la coltivazione dei terreni ma il fine ultimo era quello di percepire dopo  due anni, l’indennità di disoccupazione agricola e altri benefici previdenziali.

Nell’indagine, avviata un anno fa, sono coinvolte 19 persone:  il legale rappresentante della cooperativa e i 18 falsi braccianti, peraltro legati da stretta parentela tra loro. Le accuse riguardano falso in atto pubblico e truffa aggravata ai danni dello Stato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento