Cronaca

Farmaci scaduti per i poveri: scattano denunce e sequestri

I carabinieri hanno constatato la presenza di 96 farmaci scaduti, posti all'interno dell'infermeria di un ente benefico

Blitz dei carabinieri di Catania e dell'Ispettorato del Lavoro di Enna in una struttura ricettiva per bisognosi di Troina, una onlus attualmente gestita da un religioso. Sequestrati 40 chili di alimenti in cattivo stato di conservazione ed elevate contravvenzioni per violazioni in materia di igiene alimentare. Indagate quattro persone accusate di commercio o somministrazione di medicinali non regolamentari, ricettazione, adulterazione o contraffazione di sostanze alimentari e macellazione clandestina. I militari hanno constatato la presenza di 96 farmaci scaduti, posti all'interno dell'infermeria, pronti ad essere somministrati ai circa 35 ospiti da personale privo delle previste prescrizioni e qualifiche. Per quel che concerne i dipendenti-volontari dell'associazione, accertamenti e sanzioni sono al vaglio dei militari del Nil, mentre per i medicinali scaduti, ad essere deferiti in stato di libertà alla Procura sono due persone sorprese nel somministrarli. I controlli hanno accertato anche la macellazione clandestina di un suino di ignota provenienza da parte di altri due dipendenti-volontari. Trovati, infine, 4 suini e 6 ovini privi dei segni di identificazione e di codice aziendale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci scaduti per i poveri: scattano denunce e sequestri

CataniaToday è in caricamento