I Forconi annunciano la rivoluzione di maggio: "Sarà come quella di gennaio"

Dopo aver bruciato montagne di partite Iva davanti la Camera di Commercio di Ragusa i Forconi durante l'incontro con il prefetto di Catania, hanno annunciato che dal prossimo 28 maggio scatteranno presidi simili a quelli del gennaio scorso

Dopo aver bruciato montagne di partite Iva davanti la Camera di Commercio di Ragusa i Forconi durante l'incontro con il prefetto di Catania, Francesca Cannizzo, hanno annunciato che dal prossimo 28 maggio scatteranno presidi simili a quelli del gennaio scorso.

Il dialogo con le istituzioni, spiega il leader Mariano Ferro, non ha portato da nessuna parte: "Non vogliono ascoltare, non vogliono ascoltare e non vogliono dare un segnale di serietà, tutto questo metterà in moto la rabbia e la disperazione ancora di più, questo abbiamo comunicato ai prefetti perché vogliamo essere tranquilli, nel momento in cui qualcuno ci vedrà sulle strade. Abbiamo tentato tutte le strade istituzionali, le abbiamo tentate tutte e stiamo tentando tutti i sistemi possibili e immaginabili per dire attenti che succederà la rivoluzione e succederà".

In attesa della "rivoluzione di maggio", i Forconi che hanno aderito allo sciopero di aprile degli autotrasportatori, manifesteranno davanti la Serit, l'agenzia dell'entrate siciliana, portando simbolicamente una bara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento