Ottava di Sant'Agata, ritornano i fuochi e la comunicazione di "vigilanza" sugli immobili

La Vaccalluzzo ha inviato al Comune di Catania una richiesta di vigilanza sugli immobili che rientrano nelle aree di sicurezza degli spettacoli pirotecnici di Sant'Agata 2015. Tra le zone interessate, piazza Duomo e abitazioni che affacciano su via Vittorio Emanuele

A distanza di qualche giorno dalla conclusione della festa di Sant'Agata, Catania si prepara per l'ottava. Ancora una volta protagonista sarà lo spettacolo pirotecnico della Vaccalluzzo Events. E sarà valida, anche per giovedì, una comunicazione inviata dalla Vaccalluzzo al Comune di Catania in merito alla vigilanza sugli immobili che rientrano nelle aree di sicurezza degli spettacoli pirotecnici di Sant'Agata 2015.

Come ci spiega telefonicamente Veronica Palmeri, responsabile Pubbliche relazioni della società la "richiesta viene da una prescrizione ben precisa della Commissione Tecnica Provinciale Prefettizia che tra giorno 2 e 3 febbraio 2015 ha eseguito, come da legge, tutti i sopralluoghi presso le aree di sparo ed ha stabilito delle regole ben precise da seguire, quindi è stata fatta propria dalla Questura (che è l’organo competente a rilasciare al pirotecnico licenza di sparo), come “condicio sine qua non” per realizzare gli spettacoli pirotecnici delle festività agatine. Se sia un eccesso di zelo o semplice sicurezza pubblica non sta a noi giudicarlo. Noi dobbiamo attenerci alle prescrizioni e dimostrare di averlo fatto".

"Ecco perché la richiesta è stata avanzata dalla nostra ditta al Comune- continua la Palmeri - che ha recepito immediatamente la richiesta, informando Questura e Prefettura di aver ricevuto il nostro invito ed ha, quindi, inviato delle squadre della Polizia Municipale ad informare i cittadini interessati durante i giorni di festa. Le indicazioni contenute in questo documento sono indicative semplicemente perché è una richiesta rivolta dalla Vaccalluzzo Events al Comune che non ha di certo bisogno di specifiche sui numeri civici per andare a rintracciare le abitazioni che ricadono dentro le aree di sparo, visto che sono sempre le stesse da più di 30anni!  Se i balconi restano pieni di persone non è una colpa né del Comune, né della Questura, né della Prefettura, né tanto meno della ditta, ma della semplice non curanza delle persone nei confronti di un possibile pericolo. Avvertirli preventivamente del pericolo, però, è compito di tutti e tre i soggetti sopracitati. Piuttosto che pensare ai fuochi poi, che durano pochi minuti, la gente che si accalca sui balconi durante ogni momento della processione si è mai chiesta qual è il limite di carico di quella struttura? Salvo poi puntare sempre il dito e urlare allo scandalo quando ne crolla uno".

Nella lettera protocollata il 3 febbraio stesso si legge, infatti, che "le ditte Vaccalluzzo Events e Zio Piro chiedono al Comune di informare i cittadini residenti negli stabili prossimi alle aree di sicurezza degli spari previsti per i giorni 3, 4, 5, 12 febbraio 2015 in occasione dei festeggiamenti agatini di non abitare o frequentare le abitazioni durante lo svolgimento degli spettacoli ( secondo quanto previsto dalla Circolare 11 gennaio 2001 n. 559, alla lettera b -punto 3). A seguire, come si legge nel documento fornito dalla Vaccalluzzo, l'elenco dei siti da vigilare: Villa Pacini, abitazioni che affacciano nelle aree dove sono presenti alberi ad alto fusto; Piazza Duomo, abitazioni che affacciano su via Vittorio Emaneule ai civici dal 184 al 196; Piazza Cavour abitazioni che affacciano su via Empedocle/ piazza Cavour dal civico 22 al civico 14; piazza Carlo Alberto chiesa Madonna del Carmine; Corso dei Mille-angolo piazza Palestro; via Vittorio Emanuele altezza numero civico 615 e edifici ricadenti sul ponte; via Dusmet altezza via Dogana vecchia".

"Il Comune a seguito di tale richiesta, nonostante i tempi molto stretti - spiega la Palmeri - si è impegnato ad eseguire la vigilanza negli immobili in questione. Nelle vie indicate sono infatti intervenuti i vigili urbani per provvedere allo sgombero. I controlli saranno effettuati anche per i fuochi previsti per l'ottava".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento