Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Fuorionda di Castiglione su La7: "Non salveremo Silvio", e poi ci ripensa

"Se si aprirà la crisi, non salveremo Silvio, ma il governo Letta". Parole colte a telecamere spente durante la diretta della trasmissione su La7 che hanno lasciato di stucco i colleghi del Popolo delle libertà. A seguire nota del sottosegretario per correggere il tiro

"Sono profondamente rammaricato per l’uso strumentale che è stato fatto di dichiarazioni a me non solamente rubate, ma del tutto estrapolate dal contesto in cui erano state pronunciate”. Con queste parole, in una nota, il sottosegretario all’Agricoltura, Giuseppe Castiglione spiega la sua posizione in merito all’ormai famoso fuori onda andato in onda ieri sera su La 7 durante la trasmissione Piazza Pulita.

"Se Berlusconi fa cadere il governo Letta? Allora sarà una tragedia". A voltare le spalle a Berlusconi, in quanti sarebbero? "Due, tre? No siamo assai, se cade il governo sarà una tragedia". Parole colte a telecamere spente durante la diretta della trasmissione su La7 che hanno lasciato di stucco i colleghi del Popolo delle libertà.

Nella nota inviata dopo il polverone, Castiglione cerca di "correggere" il tiro: “Io sono  una persona coerente e leale e mai e poi mai mi discosterei dalla linea del partito. Un partito che ha un leader riconosciuto in Silvio Berlusconi, accanto al quale anche adesso, come in questi anni, intendo combattere una battaglia nella quale credo”,  scrive il sottosegretario.

“Stiano tutti certi: la mia lealtà a Silvio Berlusconi e al suo movimento politico è assoluta – chiarisce Castiglione  -E’ mia abitudine dire le cose che penso ed è anche mia abitudine, una volta che il partito ha preso le sue decisioni, adeguarmi ad esse. Così è sempre stato e così sarà, qualunque siano le decisioni che verranno assunte nei prossimi giorni. Ciò vale non solo per me, ma anche per quei Senatori che hanno individualmente già smentito le varie illazioni che li hanno riguardati e che, ieri, a causa di immagini rubate e sottratte al loro naturale contesto, sono stati nuovamente e indebitamente tirati in ballo“.

“Ovviamente – conclude l’ex presidente della Provincia di Catania -chiarirò tutto questo al Presidente Berlusconi che mi ha voluto negli incarichi che ricopro e che sono a sua disposizione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuorionda di Castiglione su La7: "Non salveremo Silvio", e poi ci ripensa

CataniaToday è in caricamento