menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giarre, approvato progetto per videosorveglianza

Il sistema, denominato “Giarre Vigile”, sarò a disposizione delle forze di polizia per il contrasto ai reati e al controllo di alcuni punti strategici del territorio

La Giunta Comunale, nel corso di una seduta tenutasi ieri 14 ottobre 2020, ha adottato una proposta di delibera relativa all’approvazione di un progetto di sistema di videosorveglianza denominato “Giarre Vigile”, ad uso delle forze di polizia per il contrasto ai reati ed al controllo di alcuni punti strategici del territorio. Il progetto, ammontante a circa 300 mila euro, prevede il controllo di 16 siti del territorio giarrese (ingressi della Città, piazza e strade di particolare rilevanza) mediante l’installazione di 30 telecamere ed è stato redatto secondo le disposizioni di cui alla legge 18 aprile 2017, n. 48 che ha convertito il decreto legge 20 febbraio 2017, n.14 avente ad oggetto “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città. Tale normativa indica tra gli strumenti privilegiati per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, la installazione di sistemi di videosorveglianza, da prevedersi nell’ambito dei patti per la sicurezza urbana sottoscritti tra il Prefetto e il Sindaco. Atto preliminare al finanziamento sarà la valutazione della fattibilità dell’intero progetto da parte del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e successiva approvazione che sarà fatta da specifica Commissione istituita presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, “Questa Amministrazione Comunale – ha dichiarato il Sindaco Angelo D’Anna - ha l’obiettivo di intraprendere tutte le iniziative necessarie per assicurare ai propri cittadini la tutela della propria incolumità fisica e della propria libertà personale, attraverso la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e con l’installazione di sistemi di videosorveglianza in determinate zone del territorio comunale o infra-comunale, avvalendosi delle specifiche risorse previste dalle Linee guida adottate su proposta del Ministro dell’Interno, con accordo sancito in sede di Conferenza Stato-città e autonomie locali. Spero che il progetto possa rientrare tra quelli finanziati perché è una esigenza reale della nostra Città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Padel mania: benefici e controindicazioni

Ristrutturare

Muro portante - Come abbatterlo in sicurezza

Sicurezza

Cucina senza cattivi odori? I rimedi naturali

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento