menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giarre invasa dai rifiuti, il Comune chiede spiegazioni alla Joniambiente

L'assessore all'Ecologia Salvo Camarda intende avviare delle procedure nei confronti di Joniambiente sottoponendo loro una documentazione fotografica inconfutabile sulla mancata attuazione dei servizi previsti da capitolato

Giarre invasa dai rifiuti e dalle micro discariche. L’assessore all’Ecologia Salvo Camarda esprime il proprio disappunto sui cronici disservizi della raccolta dei rifiuti con grave pregiudizio sull’immagine della città. “Non è tollerabile che il servizio non venga regolarmente effettuato persino nel centro storico cittadino, in via Dante, via Don Tommaso Leonardi e in  via Musumeci angolo via Tommaseo le postazioni ecologiche sono completamente invase da rifiuti al punto da non consentire la manovra delle auto"

In via Carolina, all’ingresso nord della città, una discarica, più volte segnalata e mai rimossa, da il benvenuto ai turisti e agli abitanti del paese.  L’assessore Camarda annuncia di avere nuovamente attivato l’Uta per effettuare un nuovo monitoraggio sul territorio ed un censimento delle molteplici micro discariche.

"Di concerto con il sindaco Teresa Sodano, intendiamo avviare delle procedure forti nei confronti di Joniambiente sottoponendo loro una documentazione fotografica inconfutabile sulla mancata attuazione dei servizi previsti da capitolato.  Peraltro-  soggiunge l’assessore Camardaproprio di recente avevamo avuto rassicurazioni da Joniambente su un cambio di rotta nei servizi anche dopo il rinnovo dei vertici locali di Aimeri ambiente, e invece, a giudicare dai risultati, non possiamo che pensare solo al peggio, specie ora, alla vigilia della stagione estiva”.

Tra i disservizi si segnala la mancata scerbartura che in molte zone della città ha raggiunto livelli inaccettabili. Sullo sfondo di una situazione decisamente drastica, in termini di servizi ecologici, c’è poi l’incertezza sull’avvio della nuova raccolta differenziata, sulla quale si concentrano importanti aspettative, mentre invece prevalgono i dubbi “a cominciare dalla distribuzione dei contenitori per la raccolta dei rifiuti nei condomini e la mancata distribuzione dei sacchetti. Insommaconclude Camarda - a fine maggio dovrebbe partire il nuovo servizio ma temiamo che vi siano ancora ulteriori rinvii.  Per questo In tempi rapidi intendiamo convocare i vertici della società d’ambito e programmare le attività, restituendo alla città il giusto decoro che merita”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento