Giarre, studenti positivi al covid: Il sindaco invita alla massima precauzione

La notizia è stata confermata dal Dirigente del Liceo Leonardo dopo la comunicazione del primo caso

Sono due gli studenti giarresi positivi al Covid 19 frequentanti il Liceo Scientifico “Leonardo” e che si aggiungono agli altri due (uno dell’ITIS e un altro del 2 I.C.) risultati positivi nei giorni scorsi. La notizia è stata confermata dal Dirigente dell’Istituto Scolastico, contattata dal Sindaco per fornire la massima disponibilità e supporto da parte del Comune, che ha comunicato di aver ricevuto nel primo pomeriggio di oggi la notizia del secondo caso. Si tratta di due alunni residenti a Giarre, già sottoposti dall’ASP alla prevista quarantena insieme ai componenti familiari e ai compagni di classe. La scuola ha già predisposto e attivato lo specifico protocollo sanitario con sanificazione di tutti i locali. Sono stati attivati altresì le procedure di contenimento del contagio e di ricerca dei vari contatti avuti dai due studenti. Il Sindaco ha già programmato per la prossima settimana una serie di riunioni per intensificare l’applicazione dell’ordinanza emanata dal Presidente della Regione Siciliana lo scorso 30 settembre e che, oltre all’obbligo dell’uso della mascherina, prevede anche il divieto di assembramento mediante il prolungato stazionamento nei luoghi pubblici o aperti al pubblico (strade, piazze e parchi). Dai dati forniti dall’ASP di Catania, aggiornati a ieri sera a Giarre risultano 7 casi positivi al covid 19 (ai quali sicuramente si dovranno aggiungere i due odierni) e 24 persone poste in quarantena (da aggiornare a seguito gli avvenimenti odierni). Il Sindaco ha nuovamente fatto appello per l’applicazione delle regole per il contenimento del contagio e del distanziamento sociale: “Faccio appello ancora una volta ad usare la massima precauzione nei contatti all’esterno, all’uso della mascherina e al distanziamento sociale. Nella prossima settimana ho già predisposto una serie di incontri per una migliore applicazione dell’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana del 30 settembre e delle regole per evitare eventuali assembramenti nei luoghi pubblici. Faccio altresì appello a tutti i gestori di locali di aggregazione affinchè continuino ad adottare con il massimo scrupolo le procedure sanitarie previste per la sanificazione quotidiana dei locali, distanziamento sociale e della mascherina. Allo stesso modo il Comune dovrà assicurare medesima scrupolosa attuazione delle suddette procedure nei luoghi aperti al pubblico, così come già operano le scuole all’interno dei propri locali affinche tutti insieme, ognuno per la propria parte, si possa contribuire ad evitare il diffondersi dell’epidemia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento