“Giornata dell'Inclusione” all'Istituto “Padre Pio” di Misterbianco

La Scuola dell'accoglienza e dell'inclusione, per contrastare dispersione e svantaggio

La Scuola dell'accoglienza e dell'inclusione, per contrastare dispersione e svantaggio. Porte aperte alla “diversità” in tutte le sue forme e sfaccettature all'Istituto comprensivo “Padre Pio da Pietralcina” di Montepalma, frazione di Misterbianco. Di scena la “Giornata dell'inclusione”, dove l'agenzia educativa per eccellenza, la Scuola statale dell'obbligo, ha promosso vari momenti di azione formativa per risvegliare coscienza e cuore di genitori e alunni, che hanno affollato sia la struttura e sia il cortile del Comprensivo diretto dalla preside Patrizia Guzzardi. Tanti gli slogan dell'accoglienza, verso lo svantaggio, dipinti sui muri o proiettati attraverso slide: “Senza il cuore la mente non funziona”, “Insieme è bello”, “Nessuna differenza, siamo essere umani, siamo tutti uguali!”. La seconda edizione della “Giornata dell’inclusione” all'Ic “Padre Pio da Pietralcina” di Misterbianco, ha voluto richiamare l'attenzione sulla complessità sociale odierna, che chiama la scuola ad una riflessione su come rispondere in maniera adeguata ai bisogni formativi speciali dei singoli alunni, attraverso processi inclusivi volti a garantire il successo formativo di ciascuno. “La giornata dell’inclusione - spiega il dirigente scolastico dottoressa Patrizia Guzzardi -, vuole essere un momento di riflessione condivisa con l’intera comunità scolastica sul valore delle differenze in un percorso in cui la scuola si fa promotrice di valori quali l’uguaglianza, la collaborazione, il rispetto e la valorizzazione di ogni individuo”. La bella iniziativa, che ha visto protagonisti i bambini e i ragazzini dell’istituto e una grande partecipazione di genitori e parenti, è stata caratterizzata da diversi momenti emozionanti e significativi. Il momento culminante è stato rappresentato dalla conferenza della dottoressa Rosa Zito dell’Asp di Catania, sul tema "Genitorialità: energia sempre rinnovabile”; laddove è emerso che “nell'era della globalizzazione, il ruolo genitoriale è chiamato a rispondere a importanti dilemmi, quindi che fare ?". La dottoressa Zito ha così incontrato il personale scolastico e i genitori degli alunni, affrontando varie tematiche legate al ruolo di genitore: vaccinazione, disabilità, difficoltà di relazione, equilibrio tra ruoli e competenze, incomunicabilità, disturbi alimentari, disturbi dell’infanzia, disturbi dell’adolescenza. A fine intervento è stato proiettato un video realizzato dalle docenti della scuola dell’Infanzia, che ha passato in rassegna le attività svolte durante tutto l’arco dell’anno scolastico che volge al termine, all’insegna dell’inclusione al fine di condividere le “buone prassi ”. Emozionante il “flash mob”, l'affollamento-lampo degli alunni del “Comprensivo”, nel cortile, per scuotere le coscienze di tutti coloro che fanno finta di non guardare il disagio che ci circonda. La Scuola Media è intervenuta con la drammatizzazione del racconto tratto dal testo “Nel paese delle pulcette” di Beatrice Alemagna. “La storia - riferisce l'insegnante Florinda Calvaruso, “anima” promotrice ed organizzatrice dell'evento -, raccontata con un linguaggio dolce e semplice, ha evidenziato come la diversità degli individui e la loro autenticità debbano essere considerate punto di forza, non ostacolo all'instaurarsi di rapporti d’amicizia e di affetto”. I ragazzi della scuola Secondaria di I grado, hanno infine offerto un rinfresco agli intervenuti, per creare “comunità” e “convivialità”. Per la Scuola Elementare, gli alunni delle classi Prime hanno realizzato dei laboratori di arte e di cucina mentre le altre classi hanno partecipato con un “flash mob”, eseguendo una coinvolgente coreografia sulle note della canzone “Esseri umani” di Marco Mengoni. Sono infine seguiti altri momenti di riflessione, con la recitazione di slogan e poesie. “Per la riuscita dell’evento - affermano le docenti del Gruppo operativo di supporto psicopedagogico dell’Istituto -, è stata fondamentale la collaborazione di tutti gli insegnanti, dei collaboratori scolastici, delle assistenti alla Comunicazione all’Autonomia degli alunni diversamente abili, nonché dell’educatore dott. S. Filippello della Coop. “Marianella Garcia”, che hanno apportato il loro contributo in tutte le fasi, da quella organizzativa a quella operativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento