Cronaca

Giovani e web, al via il progetto social Video Spot Award

Selezionati 120 studenti: aspiranti attori, registi, sceneggiatori, truccatori e costumisti che saranno i protagonisti di 10 spot virali sul tema del disagio giovanile e delle dipendenze

Al via oggi, lunedì 17 dicembre, la fase operativa del progetto Social Video spot Award,finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento Politiche Antidroga e implementato dal Consorzio Il Nodo, in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Superiore Fermi-Eredia-Deodato. Questa mattina, a partire dalle 10,30 nell’aula magna dell’istituto Enrico Fermi di Via Passo Gravina 197, Catania, si terrà il primo incontro con i 120 studenti selezionati, tra gli oltre 600 alunni delle classi III e IV dell’IIS E. Fermi, (scuola professionale settori dell’industria e dell’Artigianato: elettrico, elettronica, termico, meccanico sanitario dell’odontotecnico) F. Eredia (Istituto Tecnico Agrario Statale); P. L. Deodato(Istituto professionale enogastronomia ed Ospitalità Alberghiera) che dall’inizio dell’anno scolastico hanno partecipato alle riunioni preparatorie.

Aspiranti attori, registi, sceneggiatori, truccatori e costumisti che saranno i protagonisti di 10 spot virali e video partecipativi sul tema del disagio giovanile e delle dipendenze, con l’obiettivo di sensibilizzare coetanei e famiglie ad un uso critico, controllato e responsabile del web ed evitare l’accesso a siti pericolosi dove reperire sostanze psicoattive.

All’incontro di oggi, nel corso del quale verranno costituti 10 gruppi di lavoro che avvieranno il nuovo step del progetto a partire dal prossimo gennaio sarà presente lo staff organizzativo e di produzione, composto dalresponsabile del progetto Gabriele Spina, psicologo referente Consorzio Il Nodo, il regista Mauro Maugeri, premiato recentemente al Festival del Cinema di Venezia per l’opera “A lu cielu chianau”, il direttore della fotografia Premananda Franceschini, finalista ai Nastri d’Argento 2018 con “L’ombra della sposa” di Alessandra Pescetta e il drammaturgo Orazio Condorelli, menzione al Premio UBU per la regia dello spettacolo “Librino”, i quali con la loro esperienza e talento garantiranno il livello delle produzioni filmiche. Il team di psicologi, pedagogisti, registi e drammaturghi ha già cominciato a lavorare all’individuazione dei meccanismi di “appetibilità” che influenzano i gusti dei giovani nativi digitali con lo scopo di mettere a fuoco stili e le tecniche in grado di rendere virali comunicazioni, cortometraggi, spot e video.

I video dovranno essere in grado di lanciare un messaggio positivo, creando emozioni e diventando virali. Gli spot verranno poi presentati a studenti e cittadini e costituiranno materiale per incontri di formazione e sensibilizzazione; saranno infine immessi sul web?per la condivisione tra reti sociali, siti di interscambio video, chat, mail, blog.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani e web, al via il progetto social Video Spot Award

CataniaToday è in caricamento