Guardia-Mangano, tentata rapina ai danni di un distributore di carburante

Gli uomini, scesi dalle auto, hanno prelevato uno zaino, un piccone e degli indumenti scuri per poi proseguire a piedi costeggiando i binari della ferrovia. Tali movenze hanno rafforzato il sospetto, rivelatosi fondato, che i tre stessero per compiere un furto con scasso

Gli agenti del Commissariato di Acireale hanno arrestato i pregiudicati G.C. (classe 1969), S.L. (classe 1976) e M.C. (classe 1981), colti nella flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso, ai danni di un distributore di carburante nella frazione acese “Guardia-Mangano”.

È stato personale libero dal servizio a notare i tre soggetti, noti per i loro numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, i quali alle ore 2.00 si trovavano in un luogo poco frequentato. Con fare guardingo i sospettati hanno preso posto a bordo di due distinte autovetture, e procedevano a breve distanza l’una dall’altra, si sono dirette verso la Stazione ferroviaria di Guardia. Il poliziotto, sospettando che i tre stessero architettando un’azione illecita, ha pedinato le due autovetture, fino a che sono giunte nella zona della Stazione dove sono state lasciate in sosta, l’una distante dall’altra.

Gli uomini, scesi dalle auto, hanno prelevato uno zaino, un piccone e degli indumenti scuri per poi proseguire a piedi costeggiando i binari della ferrovia. Tali movenze hanno rafforzato il sospetto, rivelatosi fondato, che i tre stessero per compiere un furto con scasso. Pertanto, è stata allertata la Sala operativa del Commissariato di Acireale che ha predisposto un mirato servizio di polizia giudiziaria; nel frattempo il personale non perdeva d’occhio i tre soggetti, che a piedi giungevano presso il rifornimento di carburante, dove indossati dei berrettini in lana, i tre cominciavano a prendere a “picconate” l’apparecchio self service “accettatore delle banconote” al fine di prelevare il contante ivi contenuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto il personale di polizia è intervenuto, riuscendo a bloccare il Costanzo, mentre gli altri due sono riusciti a dileguarsi. Altri poliziotti sono intervenuti subito presso le due autovetture parcheggiate, dove hanno sorpreso i due che si erano sottratti alla cattura. Nel cassonetto sono stati rinvenuti gli abiti e tre cappellini di lana. Sul sito del rifornimento è stato trovato il piccone abbandonato e la visione delle immagini del sistema di video-sorveglianza del distributore ha confermato che i soggetti travisati indossavano proprio l’abbigliamento trovato nel cassonetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento