Rifiuti, ad Acireale arrivano le guardie ambientali contro gli "sporcaccioni"

Si tratta di volontari che si affiancheranno alla municipale per prevenire l’abbandono incontrollato di rifiuti

Ad Acireale arrivano le guardie ambientali. Una nuova risorsa per la tutela della natura, composta da volontari che si affiancheranno alla municipale per prevenire l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sul territorio comunale.

"Considerati i casi che continuano a verificarsi quotidianamente su tutto il territorio comunale - spiega il comandante della polizia municipale Antonio Molino - i sette soggetti impiegati per la vigilanza ambientale sono più che insufficiente e se questi comportamenti incivili persisteranno il numero dei soggetti da mettere in campo sarà sempre insufficiente".

"Ho voluto dare al regolamento un taglio diverso rispetto a tanti comuni, in linea con la giurisprudenza in materia, le guardie non avranno una potestà di accertamento propria, ma in quanto volontari incaricati di pubblico servizio, avranno la possibilità di fare segnalazioni opportune e documentate - conclude Molino - che diventeranno verbale di accertamento fatto proprio dalla polizia municipale e notificato all’utente". L’istituzione della figura della guardia ambientale volontaria è già stata adottata da diversi comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento