L'Help Center della Caritas raddoppia: pasti caldi per 150 persone

Ad ogni turno di pasti, sarà possibile servire, fino a 150 persone. Il centro destinato all’accoglienza e assistenza dei più bisognosi è stato dotato, anche di una porta d'uscita su viale Africa, non esistente prima

A Natale, nell'anno del Giubileo, i poveri di Catania beneficeranno di una mensa più grande e di un ambulatorio medico gratuito. Sarà possibile grazie al nuovo Help Center della Caritas Diocesana, nei pressi della Stazione Centrale, inaugurato dopo i lavori di ristrutturazione e riqualificazione iniziati a luglio. La nuova mensa dell'Help Center, realizzata in magazzini e spogliatoi dismessi da Rete Ferroviaria Italiana, concessi in comodato d’uso gratuito dal comune, grazie ai recenti interventi di ristrutturazione ha triplicato la capienza, passando da 44 mq del 2006 a 107 mq attuali.

Ad ogni turno di pasti, sarà possibile servire, fino a 150 persone. Il centro destinato all’accoglienza e assistenza dei più bisognosi è stato dotato, anche di una porta d'uscita su viale Africa, non esistente prima. Anche i locali della cucina sono stati ampliati e potenziati con dei nuovi piani cottura per rendere più agevole il servizio dei volontari che ogni giorno, festivi compresi, preparano tra i 400 e i 450 pasti, compresi quelli destinati per l'Unità di Strada. I lavori hanno riguardato la messa a norma e la sostituzione di tutti gli impianti, con l'aggiunta di un sistema di amplificazione per la sala interna e di video-sorveglianza per tutto l'Help Center. Nei nuovi locali, dove è stato dislocato pure il Centro di Ascolto, sarà attivo nei prossimi giorni un ambulatorio dove opereranno i medici volontari che hanno aderito alla rete d'accoglienza sanitaria. Oltre gli interventi generici sarà favorito l’accesso alle cure specialistiche più complesse con il supporto dei professionisti che hanno aderito all'iniziativa della Caritas.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclusa la prima fase dei lavori seguirà la bonifica dei locali degli ex vigili Urbani, adiacenti all'Help Center, dove saranno trasferiti i servizi igenici, docce comprese. Il comune di Catania ha ribadito l'impegno a prendersi carico delle spese di bonifica del tetto in eternit e dell'allaccio della rete gas metano. Nel 2015 l'Help Center ha accolto 95.090 utenti che hanno usufruito oltre che dei servizi di base (colazione, cena, docce ecc..) anche di interventi sociali per favorire l'inclusione sociale e lavorativa: la maggioranza sono uomini, tra le nazionalità principali, in concomitanza con l'emergenza sbarchi dell'ultimo semestre, Somalia, Eritrea e Siria; 17.389, invece, gli italiani che hanno bussato alla porta della Caritas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento