Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Fortino / Via Acquicella Porto

Immigrati, Salvi: "Dietro nave madre c'è una gang internazionale"

Il procuratore ha spiegato che gli stranieri che si trovavano sulla "nave madre", che secondo indagini della Dda di Catania veniva utilizzata per il traffico di immigrati dall'Egitto alla Sicilia, sono tra i quindici e i venti e sono in fase di identificazione

"Una parte dell'organizzazione che sta dirigendo la tragica macchina degli sbarchi lungo le coste siciliane opera tra Catania, Siracusa e Ragusa. Stiamo indagando e abbiamo ragionevoli motivi di supporre che questa gang internazionale potrebbe essere la stessa che ha organizzato lo sbarco del 10 agosto durante il quale morirono sei migranti sul litorale di Catania. Avevamo preso l'impegno con noi stessi di venire a capo dello sbarco del 10 agosto e forse ci siano riusciti: l'intenzione e' quella di colpire gli organizzatori che lucrano sulla povera gente che affronta un viaggio della speranza in cerca di speranza". (GUARDA IL VIDEO)

Lo ha affermato il procuratore della Repubblica di Catania Giovanni Salvi che insieme alla Direzione distrettuale antimafia sta coordinando l'inchiesta sugli sbarchi avvenuti nell'ultimo mese lungo le coste orientali della Sicilia.

Immigrati, sequestro "nave madre" - ph di Andrea di Grazia

Il procuratore ha spiegato che gli stranieri che si trovavano sulla "nave madre", che secondo indagini della Dda di Catania veniva utilizzata per il traffico di immigrati dall'Egitto alla Sicilia, sono tra i quindici e i venti e sono in fase di identificazione. Salvi ha poi fatto notare che l'operazione scattata la notte scorsa ha avuto un esito positivo grazie alla sinergia interforze tra la sezione aeronavale della Guardia di Finanza, la polizia, i carabinieri e le capitanerie di porto di Catania e Siracusa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati, Salvi: "Dietro nave madre c'è una gang internazionale"

CataniaToday è in caricamento